Pomeriggio al Museo- Gli insetti

Pomeriggi dedicati alle famiglie per meravigliare con la scienza.

IL FANTASTICO MONDO DEGLI INSETTI

Un pomeriggio al Museo a cura di un esperto appassionato di entomologia, per spiegare ai bimbi il ruolo importante che ricoprono gli insetti in natura, grandi alleati nella creazione di un ecosistema perfetto e funzionante.

Un’ampia raccolta di insetti affascinerà i bambini e permetterà loro di imparare divertendosi.

 

Altri temi per i prossimi pomeriggi: i minerali e gli animali.

 

API MERAVIGLIOSE, cera e miele

Imparare tante curiosità, scoprire la vita delle api attraverso un’arnia didattica, assaggiare i diversi tipi di miele e divertirsi con un laboratorio con la cera.

Un terreno con affaccio sul lago, due ragazzi fuggiti dalla città e il loro team di animali: asinelli, galline, cani, un maiale e naturalmente le api. Questa è la meravigliosa cornice per trascorrere qualche ora all’aria aperta, imparare tante curiosità sul mondo delle api e osservarle da vicino grazie a un’arnia didattica, assaggiare i diversi tipi di miele e divertirsi con un laboratorio a tema: assistendo alla realizzazione di una candela con cera a caldo e realizzando, ogni bimbo ,una candela con foglio cereo .

 

 

PATATE ! Raccolta in campo

Esperienza in campo per scoprire come si seminano e coltivano le patate, alimento dalle origini antiche ma oggi sulle tavole di tutto il mondo.

In compagnia di un coltivatore locale, in un campo vista lago,  zappetta alla mano, le famiglie con i loro bimbi potranno scavare alla ricerca del prelibato tubero e portare poi a casa il prezioso raccolto, per un vero km0 dal campo al consumatore.

Possibilità di acquistare le patate direttamente in campo, oltre i 2 kg compresi nell’iscrizione)

Per concludere, laboratorio a tema per i bimbi in location immersa in natura fra boschi e prati.

Dal LEGNO a PINOCCHIO

Una passeggiata accompagnati da Mastro Geppetto su sentiero nel bosco, ci farà scoprire gli alberi con le loro diversità e tra le fronde e il sottobosco, andremo alla ricerca dei sacchi e del ceppo magico che Mastro Ciliegio ha nascosti nel bosco e che permetterà a Mastro Geppetto di costruire il suo burattino.

A seguire spostamento in location immersa nel verde per cimentarsi nel laboratorio di baby falegnameria tra trucioli e martelli , ci lasceremo meravigliare prima dal burattino nato dal ceppo e poi dalla comparsa di Pinocchio diventato un bimbo in carne ed ossa.

Notte al museo: E LE STELLE?

A Lovere, nel secolare parco di Villa Milesi, il museo Civico di Scienze Naturali apre le porte e racconta.

LE STELLE : cosa sono? dove sono? come sono fatte? qual’è il loro ciclo di vita?

Utilizzando la scatola luminosa impareremo a riconoscere le forme delle costellazioni e con un laboratorio ogni bambino realizzerà il proprio astrolabio per cercare le stelle e identificarle ogni giorno dell’anno.

 

 

Un salto nella preistoria

Visita al museo didattico d’arte e vita preistorica accompagnati dall’archeologo. Durante la visita si vedranno esposizioni di utensili preistorici e dimostrazioni d’utilizzo degli stessi. Tra le attività: scheggiatura della selce, accensione del fuoco, sfibrata del lino e tessitura, utilizzo del trapano a volano, incisione della pietra, e altre.

Visita al Parco Archeologico di Seradina accompagnati da guida.

Pausa pranzo in area attrezzata con servizi e porticato con tavoli da pic nic

Laboratori a tema: frottage, tiro con l’arco, uso dei trapani a volano.

 

 

Bimbi in tenda fra le incisioni rupestri

Prepareremo l’accampamento, ceneremo nel parco tra le rocce incise, faremo un piccolo laboratorio a tema, esploreremo con la torcia le incisioni, arrostiremo marshmallow, dormiremo nelle tende sotto le stelle, ci sveglieremo con il profumo del caffè e, se volete, sarete pronti per fare un salto nella preistoria con un’ esperienza abbinata!

 

Per la domenica guarda l’esperienza family “UN SALTO NELLA PREISTORIA!”

PARCO dei LAGHI FOSSILI – ed. family

l Parco dei Laghi Fossili, nella zona di Sellere-Pianico in Val Borlezza, letteralmente all’interno di un lago di 800 mila anni fa, permette la ricostruzione della storia della vegetazione e del clima di un interglaciale alpino attraverso foglie e polline fossili e sedimenti che hanno formato un lungo archivio di strati: ben 45 mila anni di storia che riguardano piante e animali delle Alpi all’inizio delle glaciazioni, il ghiacciaio dell’Oglio e il clima dell’intero pianeta documentando uno dei “calendari” di pietra più lunghi al mondo.

Con una guida i bambini , accompagnati da adulti, scopriranno e impareranno giocando.

Patrocinato da :

Comune e Biblioteca Sovere.

PAD – Percorsi Archeologici Diffusi Sebino, Val Cavallina e Val Seriana.

Museo Civico di Scienze Naturali Alessio Amighetti – Lovere

 

APPROFONDIMENTO:

Il Parco dei Laghi Fossili è riconosciuto a livello internazionale come uno dei siti più importanti per la ricostruzione della storia dell’ambiente e del clima nelle Alpi e narra la natura di ottocentomila anni fa per un periodo di cinquantamila anni.

Tra circa 800 e 755 mila anni fa, in questo luogo, si formò un profondo lago che ebbe lunga vita. Il lago era stretto e profondo e ora, nei suoi depositi, si trovano molti fossili di foglie, legni, frutti, polline degli alberi che crescevano nelle foreste intorno; già primi studiosi nel 1850 disegnarono le foglie fossili e da allora le ricerche non si sono mai interrotte.

I sedimenti deposti sul fondo di questo lago hanno anche formato un lungo archivio di strati: ben 45 mila anni di storia che riguardano piante e animali delle Alpi all’inizio delle glaciazioni, il ghiacciaio dell’Oglio e il clima dell’intero Pianeta.

Ora i sedimenti che si osservano sono visibili in sottilissime coppie di strati neri (stagione fredda) e bianchi (stagione calda) alternati che si ripetono senza interruzione per uno spessore di oltre 10 metri: un vero e proprio libro della natura che, nella porzione oggi visibile, mostra 20.800 sottilissimi strati (varve) documentando uno dei “calendari” di pietra più lunghi al mondo.

Nel 2000 fu scoperto, nei sedimenti lacustri sulla scarpata destra del Torrente Borlezza , l’intero scheletro di un esemplare appartenente alla prima specie di cervo moderno che apparve in Europa, il “cervo acoronato”, ora in mostra al Museo di Scienze Naturali di Bergamo che ne organizzò allora lo scavo di recupero.

Wild Family

L’ avventura inizia con una passeggiata nel bosco che ci condurrà al nostro punto base dove, in compagnia di una guida esperta, ci divertiremo imparando nozioni di sopravvivenza in natura come la costruzione di un riparo, l’ accensione del fuoco, la lettura dell’ambiente e il senso dell’orientamento, scopriremo come si potabilizza l’acqua e come nutrirsi con il  foraging…

ma non ci faremo mancare dei marshmallow arrostiti!

Mucche e Formaggio ed. family

In compagnia di un esperto di antichi sistemi tradizionali Alpini, scopriremo la vita nelle stalle e conosceremo le mucche, per poi giungere alla location che ospiterà il laboratorio del formaggio: la dimostrazione della lavorazione del formaggio con antichi strumenti, dall’accensione del fuoco sotto il paiolo di rame fino alla cagliata e l’ottenimento del prodotto finale.

L’ esperienza prevede anche un laboratorio didattico creativo a tema.

La passeggiata si svolgerà su sentieri fra prati e boschi , con scorci panoramici sul lago d’ Iseo, il percorso , a parte 200m di salito medio impegnativa, è pressochè pianeggiante o con lievi saliscendi