La Pizzica... la danza della passione e della gioia di vivere

Corso Pizzica Salentina

Dal:   17 Nov 2018      Al:   18 Nov 2018

Corso per imparare a ballare la PIZZICA, una danza tradizionale ballata nel Salento in Puglia. Una danza simbolica e trascinante, che nel ritmo incalzante del Tamburello, strumento principe di questa musica, trasfigura tutta la passione, la gioia di vivere quanto il dolore dell’esistenza di una Terra d’antica cultura. La Pizzica... per far fluire in se stessi l’energia e la forza che tale danza sa sprigionare.

SVOLGIMENTO DEL CORSO
1.• contestualizzazione storica della pizzica, la distinzione delle sue forme e il concetto dell’attualità di questa danza.
2.• Apertura al movimento: ascolto e comprensione del ritmo, improvvisazione e imitazione per abituare il corpo al tempo della pizzica e scoprirne i movimenti direttamente nella danza.
3.• Spiegazione tecnica dei passi base
4.• Approfondimento dello stile maschile e femminile
5.• Rapporto tra i danzatori, attenzione sullo sguardo e l’intesa.
6.• Ronda: modalità d’entrata, scelta del compagno e invito
7.• Intenzioni: essendo fondamentalmente una danza di improvvisazione, nella pizzica si danza se stessi, si porta il proprio essere di uomo o donna; senza “core” non vi è pizzica ma solo vuota danza estetica!

 

Perciò grossa importanza sarà riservata alle “intenzioni”: ogni movimento della danza è finalizzato alla comunicazione. A conclusione del seminario è prevista una Ronda spontanea: acquisite le conoscenze fondamentali della danza si passerà all’interpretazione, alla Rielaborazione dei passi e all’ improvvisazione; alla ricerca di nuove forme più consone alla realtà che oggi viviamo: quindi movimenti più liberi e forse anche più spudorati o energici, ma sicuramente sempre nel rispetto delle dinamiche originarie.

 

CHI SONO GLI INSEGNANTI

CECILIA CASIELLO
Danzatrice, Insegnante, Ricercatrice
Salentina di nascita, si forma nelle feste di paese e nelle Ronde popolari. S’inserisce fin dalla giovane età in numerosi ambienti della danza e musica popolare pugliese, campana, calabrese e marchigiana.
Preferisce apprendere le varie tarantelle direttamente sul campo, attraverso il contatto diretto con anziani e giovani danzatori, durante le tradizionali feste popolari.

Per approfondire meglio storia, cultura e tecnica, frequenta anche numerosi seminari, tra cui:
• Pizzica Basso Salento con Anna Cinzia Villani
• Pizzica Alto Salento con Giovanni Amati e Pietro Balsamo
• Tammurriata Agro-Nocerino-Sarnese con Enza Prestia e Cristina Vetrone del gruppo Assurd e Ugo Majorano
• Tammurriata Giuglianese con il gruppo Damadakà
• Tarantelle Calabresi con Mico Corapi (reggitana), Davie Ancora (silana)
• Tarantelle del Gargano con Nicola Rosiello
• Tarantella delle Murge dalla ricercatrice Desirè Chierico
• Salterella Laziale con Francesca Trenta della Scuola I.A.L.S di Roma
• Salterello Marchigiano con Marco Meo
• Tarantella Montemaranese con la Scuola di Tarantelle di Montemarano
• Tarantelle del Pollino con il gruppo Totarella
Dal 2000 approfondisce gli studi sulle danze etniche in Taranta Power Bologna di Eugenio Bennato – Scuola di Tarantelle e Danze Popolari del Mediterraneo, di cui diviene insegnante fino all’anno 2005. Dalla direttrice ed insegnante della Scuola, Maristella Martella, apprende le
tecniche d’insegnamento della danza e nozioni di danze del Mediterraneo; da ciò costruirà un personale metodo di insegnamento che sia di approccio tecnico alle tarantelle ma mantenendo lo spirito festoso e coinvolgente tipico delle feste popolari.
Frequenta numerosi seminari e corsi sulle danze etniche tra cui:
• Danze Marocchine col gruppo Edaqqua Roudania in Francia
• Samba e Danze Afro-Brasiliane con Luana Redalié della compagnia Sambaradan
• Tango Argentino presso la Scuola TANGOFF di Luca Giacomoni ed Emmanuelle Pontieux
• Danza Africana con la maestra Solò Diedhiou
Danze Egiziane/ Danza Shaabi con la danzatrice e coreografa Sara Succi
Dal 2001 approfondisce lo studio sul corpo attraverso il teatro danza: studia per tre anni presso l’Ass. Terìaca, apprendendo tecniche corporee e vocali dagli insegnanti Gianni Bruschi e Francesco Botti.
Nel 2002 entra a far parte dell’omonima compagnia Teriaca, di cui resta danzatrice/attrice per quattro anni. Con la compagnia interpreta gli spettacoli teatrali “Terìaca”, “Stirpe”, “Terra e Pace” e “Morsa d’Amore”, girando numerosi teatri e luoghi storici in Italia e all’estero, tra cui Teatro Augusteo a Napoli, Auditorium di Torvergata a Roma, Anfiteatro di El Jem in Tunisia , ecc…
Affina le tecniche teatrali frequentando alcuni seminari intensivi:
• interpretazione teatrale con l’attore e regista Ippolito Chiarello dei Cantieri Teatrali Koreja
• improvvisazione corporea con Barbara Vitangeli e Michela Forlivesi della Natya Ensemble
• mimoscenica con Paky Belmonte
•interpretazione cinematografica con l’attore e regista Sergio Rubini.

Ha collaborato come danzatrice con vari gruppi affermati, tra cui: Taranta Power di Eugenio Bennato, Arakne Mediterranea, Aramirè, Ariacorte, Officina Zoè, Gli Strittuli, Contraggiro, Compagnia Zinnanà, Maracinesente, Krasì.
Collabora con l’Associazione Oltre nella realizzazione di eventi e laboratori, in particolare per l’organizzazione e direzione artistica di “Festival Internazionale Della Zuppa” e “Par Tot Parata” di Bologna.
Dal 2004 ad oggi è danzatrice per il gruppo salentino Malumbra
Nel 2005-2008 fa parte del gruppo etno-popolare Neilos come danzatrice e coreografa.
Nel 2007-2009 è danzatrice per il gruppo di musica popolare Cauliae.
Nel 2008-2009 fa parte del gruppo etno-popolare Arangara, in qualità di danzatrice e coreografa.
Insieme realizzato “Papayo – Teatro/Canzone/Danza”, spettacolo di e con lo scrittore e regista Carlo Lucarelli , con la partecipazione degli scrittori Simona Vinci e Marco Bettini. Lo spettacolo, a scopi benefici, che con parole, suoni e movimenti, accompagna in un viaggio attraverso l’Africa e i Sud del Mondo, realizzato in numerosi teatri d’Italia.
Fonda nel 2006 Progetto Satyria: gruppo di ricerca sulla musica popolare, la danza, l’azione scenica e le arti circensi, che diviene anche Scuola di Danze Popolari e Compagnia di TeatroDanza.
Effettua seminari e spettacoli in Italia e all’estero, partecipando a numerosi Festival quali “Zingaria Festival” in Puglia e “Sila in Fest” e “Lamezia Demofest 2009″ di RadioRAI in Calabria, MEI di Faenza; “Festival International Decouvertes Tunisie 21” in Tunisia, “Zinneke Parade” in Belgio; “Les Europhonies”, “Les Festejades” “Mairie du XIII – Semaine” in Francia.
Attualmente dirige Progetto Satyria, lavora come insegnante di Danze Popolari e collabora in qualità di danzatrice con i gruppi Capa Cupa, Telamurè e Nati Cos

DANILO ZOTTI
Danzatore e Musicista
Salentino di nascita, si approccia alla danza della Pizzica e delle altre Tarantelle nel 2011 iniziando
a seguire i corsi di Cecilia Casiello e il Progetto Satyria.
Inizia a frequentare ambienti della danza e musica popolare pugliese, campana, calabrese,marchigiana e ciociara per apprendere le varie tarantelle direttamente sul campo, attraverso il contatto diretto con anziani e giovani danzatori, durante le tradizionali feste popolari.
Contemporaneamente per approfondire le tecniche inizia a seguire numerosi seminari:
• Pizzica Basso Salento con Anna Cinzia Villani
• Pizzica Alto Salento con Giovanni Amati e Pietro Balsamo
• Danza a scherma o Pizzica a scherma con Davide Monaco della Compagnia di Scherma Salentina
• Tarantelle Calabresi con Mico Corapi (reggitana) e Agata Scopelliti (Valle del Sant’Agata RC)
• Tarantella Montemaranese con la Scuola di Tarantelle di Montemarano
Riscopre anche il suo amore per la musica; prima con Tamburello e Tammorra e per affinare le tecniche si affida a maestri come Domenico Candellori e Domenico Celiberti, per una corretta esecuzione dei ritmi tradizionali e di tecniche free style e con il maestro Dario Mogavero per suoni e canti sul tamburo della zona dell’Agro Nocerino Sarnese.
Ritrova lo strumento d’infanzia il Flauto Traverso che aveva studiato sin dalle scuole medie e perfeziona la tecnica dei suoni popolari con l’armonica a bocca.
Successivamente si dedica allo studio della lira calabrese studiando per anni con il maestro Ettore Castagna
Nel 2012 entra come polistrumentista nel gruppo Nati Così con cui effettua numerosi concerti in giro per tutta Italia . Attualmente è insegnante di Pizzica e Tarantelle per il Progetto Satyria con cui realizza corsi e seminari. È inoltre primo ballerino della compagnia di danza e partecipa a numerosi spettacoli in Italia e all’estero.

Il corso si articola in 6 ore , 3 ore il sabato pomeriggio e 3 ore la domenica.

iscrizioni entro il 3 novembre

Costo € 80,00

sabato sera aperitivo salentino presso bar ristorante  K2 via C. Battisti- Costa Volpino

Necessario  abbigliamento comodo, soprattutto per quanto riguarda le scarpe.

Per chi non ama ballare scalzo/a  è indicato l’utilizzo di ballerine o calzini o una scarpa da ginnastica legge

Richiedi informazioni

Richiedi informazioni


sul corso, oppure prenota direttamente!

Accetto la Privacy Policy

SHARE:

Ti potrebbero interessare

Scegli l’esperienza che fa per te!

Hakuna Matata PIVA 04285060168 | Privacy Policy | Cookie Policy