Stand up Paddle

Surfare con la pagaia con una guida esperta che vi darà consigli sulla tecnica e scoprire il lago da una prospettiva diversa a bordo di un SUP.

Escursioni in motoslitta

Nelle montagne intorno al lago d’Iseo, se l’inverno ci donerà neve, divertenti escursioni, diurne e serali, in motoslitta con una parentesi per riscaldarci a suon di vin brulè.

Costruiamo insieme i pupazzi di neve!

Neve permettendo , una breve passeggiata ci porterà in una location dove , pronti via, vanga alla mano,  ogni famiglia si cimenterà nella costruzione di un pupazzo di neve . Alcuni accessori ve li forniremo noi, altri li troverete in natura , quello che è certo è che sarà la vostra creatività a permettervi di vincere il premio del miglior pupazzo di neve del giorno !

 

Trekking a cavallo

Passeggiate guidate a cavallo per  principianti della sella e, per i più esperti,  trekking  di una giornata fra  sentieri di bosco in bosco .

 

trekking Monte Guglielmo

Il trekking sul monte Guglielmo, accompagnato da una guida di media montagna abilitata, prevede un percorso ad anello con partenza da loc. Passabocche (frazione Pisogne), dopo un’inziale camminata di mezz’ora su un sentiero agevole nel bosco, il sentiero poi si fa più ripido fino ad arrivare a Punta Caravina, da dove ammirare un fantastico panorama verso il lago d’Iseo, la Valcamonica e le Alpi Orobie. Il cammino poi prosegue fino a giungere al punto più elevato del Guglielmo, il Dosso Pedalta a 1957mt, con il monumento inaugurato nel 1902 e dedicato al Redentore.

 

Foliage trekking Lago Moro

Il trekking sul Monte Guglielmo, accompagnato da una guida di media montagna abilitata, prevede un percorso ad anello con partenza da loc. Passabocche (frazione Pisogne), dopo un’inziale camminata di mezz’ora su un sentiero agevole nel bosco, il sentiero poi si fa più ripido fino ad arrivare a Punta Caravina, da dove ammirare un fantastico panorama verso il lago d’Iseo, la Valcamonica e le Alpi Orobie. Il cammino poi prosegue fino a giungere al punto più elevato del Guglielmo, il Dosso Pedalta a 1957mt, con il monumento inaugurato nel 1902 e dedicato al Redentore.

Castagne che passione !

Un pomeriggio trascorso in un castagneto, godendosi l’aria pulita dei boschi d’autunno, raccogliendo castagne, ha un sapore antico e tradizionale. Se poi, oltre alla raccolta, i bimbi si divertono con un laboratorio a tema, si imparano curiosità e cucinano insieme le caldarroste, il pomeriggio sarà un’esperienza da ricordare.

 

FOTO-BIKE

Partenza ed arrivo ad Iseo, con bicicletta propria o a noleggio, percorso nel centro storico di Iseo, pedalata fino alla Riserva Naturale Torbiere del Sebino e Monastero di San Pietro in Lamosa e rientro ad Iseo.
Possibilità di noleggio bicicletta elettrica.
Età minima 14 anni, minorenni solo se accompagnati.
In caso di pioggia l’evento verrà rimandato a data da concordare.

L’evento si svolgerà in regola con le vigenti normative sanitari

Animali selvatici

alla scoperta della fauna alpina presso il Centro Faunistico di Paspardo

Accompagnati dalla guida GAE, responsabile dell’educazione ambientale, scopriremo cos’è un centro faunistico e il ruolo che ricopre nella diffusione della conoscenza della fauna alpina, e cos’è un CRAS – centro di recupero animali selvatici – e come opera. La prima parte della visita, in aula didattica, introdurrà alla fauna selvatica: rapaci diurni e notturni, avifauna, ungulati e grandi carnivori come lupo e orso, per poi addentrarsi nel bosco ed entrare nel vivo della conoscenza degli animali ospitati nel centro, quali gufo comune e reale, cervi, caprioli e rapaci diurni e, attraverso pannelli didattici e scatole sensoriali, approfondirne l’etologia.

APPROFONDIMENTO:

Il CRAS del Parco dell’Adamello è il primo ed unico CRAS autorizzato da Regione Lombardia ad operare in provincia di Brescia. È una speciale struttura dedicata alla cura ed alla riabilitazione della fauna selvatica trovata ferita o debilitata.

Il Centro Faunistico fornisce un contributo importante nella raccolta di informazioni sulla distribuzione delle specie e sulle cause di ferimento o mortalità della fauna, consente di limitare le perdite di un numero anche piccolo ma talvolta importante di soggetti che appartengono a popolazioni di dimensioni modeste e sollecita un forte coinvolgimento emotivo nella cura della biodiversità e del territorio riconducibile ad una logica più ampia di responsabilizzazione delle comunità intorno al tema della conservazioni.

L’ambientazione dei percorsi presso il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello rende la visita arricchente dal punto di vista culturale e coinvolgente dal punto di vista emotivo. L’esperienza è orientata a stimolare la partecipazione attiva dei visitatori, stimolando la percezione di quanto ci circonda, la comprensione della complessità dei legami tra le diverse dimensioni ambientali, sociali, economiche e culturali, incoraggiando una diffusa consapevolezza circa l’importanza del proprio contributo nell’ambito della propria comunità nella gestione sostenibile delle risorse, suggerendo sempre buone pratiche immediatamente applicabili nella realtà quotidiana